titolo pagina assente

LABNEH

 LABNEH

Facciamo il labneh. Ma che cos'é?

Anni fa il labneh costituiva il companatico più diffuso nelle case libanesi. Si vendeva al kilo in ciotole di plastica. Era economico, e facile da spalmare su un disco di pane arabo. Poi si arrotolava e il panino prendeva la forma di un piffero. Poi volendo si poteva aggiungere sul labneh spalmato pomodori, cetrioli, olive, così il panino (o piffero) diventava più ricco. Ma io personalmente mangiavo il panino senza aggiunte. Odiavo il nostro frigorifero, era sempre vuoto, ma non mancava mai una ciotola di labneh.

Preparazione:

Prepariamo prima lo yogurt.

Prendiamo la quantità desiderata di latte, per esempio 2 litri. Mettiamo il latte in una pentola e riscaldiamolo caldo ma non bollente. Misuriamo la temperatura desiderata, controllando con il nostro dito: dobbiamo sentire il latte caldo, ma riuscire a sopportarlo contando fino a 10.

Poi, mettiamo nel latte un vasetto di yogurt intero bianco al naturale, mescoliamo, mettiamo il coperchio sulla pentola, e avvolgiamo la pentola con delle coperte di lana (2 plaid) e lasciamola in un posto appartato per una notte intera senza più toccarlo. Passato il tempo troveremo che il latte  si è fermentato e si è trasformato in yogurt.

Ora prendiamo lo yogurt e lo mettiamo dentro un panno (preferibilmente bianco), chiudiamo il panno a forma di sacco, e lo mettiamo appeso per farlo sgocciolare per 24 ore.

Nel panno si è formato il famoso labneh. Mettiamolo in un contenitore con un filo d'olio. Spalmato sul pane con olio e olive, è una bontà genuina e sana.


Scrivi un Commento su questo argomento

Il modulo dei commenti consente di esprimere un'opinione diretta del contenuto. Per questo è necessario inserire un nominativo e l'email (non verrà publicata, sarà necessaria per eventuali informazioni sul contenuto del commento). Ci riserviamo di filtrare commenti privi di contatti e/o di cattivo gusto. Sono accette critiche costruttive.






 

  8 Utenti Online  |  27181 Visite